15 cose che (forse) non sai sull’olio d’oliva

[:it]L’olio d’oliva, oro giallo simbolo del Mediterraneo e mattone fondamentale della piramide alimentare della dieta Mediterranea (riconosciuta come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2010) è da decenni al centro di ricerche che ne studiano benefici ed effetti sull’organismo. Vediamo quindi una carrellata di curiosità su questo prezioso alimento.L'olio d'oliva: l'oro liquido del mediterraneo

  1. L’olio d’oliva è in assoluto quello più digeribile, grazie alla maggior concentrazione di acidi grassi monoinsaturi (come l’acido oleico).
  2. Per essere definito “extravergine”, un olio d’oliva deve rispettare standard precisi: deve essere ottenuto solo tramite metodi meccanici (nessun processo chimico), con una temperatura al di sotto dei 28°c e avere un’acidità massima pari allo 0,8%.
  3. Favorisce l’assimilazione e la mineralizzazione del calcio, per questo, il suo consumo può avere effetti benefici sui pazienti affetti da osteoporosi.
  4. E’ consigliato anche per lo svezzamento: i grassi contenuti risultano facilmente digeribili, in quanto tra i più simili a quelli contenuti nel latte materno; inoltre, gli acidi grassi essenziali sono utili alla sintesi degli ormoni e possono quindi favorire la crescita e lo sviluppo cerebrale.
  5. E’ un prodotto grezzo, che non necessita di raffinazione o di ulteriori lavorazioni: naturale al 100%.
  6. Contrasta l’invecchiamento grazie alla presenza di antiossidanti, steroli, polifenoli, clorofille e vitamina E.
  7. Secondo alcuni studi,  potrebbe migliorare l’efficacia delle terapie del cancro al seno e contrastare l’insorgenza del cancro al colon.
  8. Il cosiddetto pizzicore alla gola, tipico degli oli più giovani, è dovuto alla presenza di polifenoli e vitamina E; non ha niente a che vedere con l’acidità.
  9. Per produrre un litro di olio servono in media 5 kg di olive.
  10. Può essere adoperato anche lontano dalla tavola: in piccole dosi può essere usato come idratante per la pelle, struccante per gli occhi e persino per rimuovere il chewing gum dai capelli!
  11. Se consumato con regolarità, a lungo termine si è dimostrato efficace nel migliorare la memoria e la coordinazione.
  12. Protegge il cuore e le arterie, abbassando il livello di colesterolo “cattivo” e alzando il livello di quello “buono”. Per questi suoi effetti sul sistema cardiocircolatorio viene considerato anche un afrodisiaco.
  13. L’olio d’oliva andrebbe consumato entro 15 mesi dal momento della produzione, meglio ancora entro l’anno. Col tempo infatti, tende a perdere le proprie caratteristiche organolettiche.
  14. L’Italia è il primo consumatore di olio d’oliva al mondo (30% della produzione mondiale) e secondo produttore, preceduto solo dalla Spagna.
  15. Il colore delle olive non dipende dalle varietà, ma esclusivamente dal grado di maturazione raggiunto.

E voi? Quanto altro sapete su questo meraviglioso alimento? Sicuramente la lista potrebbe andare avanti per molto: tra rimedi della nonna, maschere di bellezza e trattamenti siamo certi che si potrebbe scrivere un libro. Perciò perché non continuate voi la lista?! Commentate e raccontateci tutto quello che sapete! Siamo curiosi.

A presto col prossimo articolo![:]

Recommended Posts

Leave a Comment